Welfare metalmeccanico, 130 milioni di euro in busta

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Il welfare metalmeccanico sembrerebbe essere uno dei pochi ancora esistenti e soprattutto uno dei più ricchi sistemi di welfare a livello nazionale. Grazie al nuovo contratto nazionale sono infatti garantiti ben 100 euro di welfare a ciascun operaio operante in un’industria di tipo metalmeccanico.

In totale per l’anno in corso si arriveranno a spendere ben 130 milioni di euro per il welfare aziendale. Gli operai coinvolti dalla misura risulterebbero essere al momento ben 1,3 milioni.

Ma le novità però non si fermano qui, perchè i fondi destinati al welfare sono destinati a crescere notevolmente nel corso dei prossimi anni. In particolare si prevede di destinare ben 150 euro ad operaio per il prossimo anno e salire ancora a 200 nel 2019.

Welfare metalmeccanico, dove finiranno i 100 euro a testa

Ancora non è stato definito però a cosa saranno destinati i 100 euro che andranno ad arricchire le buste paga dei metalmeccanici italiani. Molto probabilmente saranno destinati al fondo di previdenza Cometa oppure al fondo di sanità integrativa MètaSalute.

In alternativa si sta anche pensando di convertire le famose 100 euro in buoni pasto da utilizzare per la spesa nei supermercati o in buoni carburante da usare per il rifornimento della propria vettura.

Lo scopo sarà comunque quello di aumentare la motivazione e il coinvolgimento in azienda e di conseguenza la produttività.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSpesa sociale, giovani sfavoriti a causa degli over 65
Articolo successivoWelfare, nuove opportunità per le imprese del sud
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO