Welfare aziendale, sono 1 azienda su 4 lo adotta

Solo un’azienda su 4 adotta un piano welfare aziendale per il benessere dei propri dipendenti. E’ quanto emerge dfalla regente indagine condotta da  Benefits Trends Survey  di Willis Towers Watson.

Ma non si tratta di un problema tutto italiano. Il 58% delle aziende  dell’Europa Occidentale dichiara infatti di non aver pianificato una strategia su questo tema. Eppure le aziende sono ben consapevoli che il welfare favorisce l’attrazione dei dipendenti talentuosi. Infatti il 57% dichiara che un pacchetto di benefit aiuta sia in termini di attraction  che i retention. Proprio per tale consapevolezza il 71% delle aziende sono pronte ad investire in tale campo entro i prossimi tre anni.

Welfare aziendale, la situazione in Italia

Secondo Cesare Lai, Responsabile Welfare & Benefits per l’Italia di Willis Towers Watson,  “fra le priorità delle aziende italiane per i prossimi tre anni quella più rilevante è la possibilità di introdurre scelte e flessibilità nel disegno dei piani e nel potenziamento dei programmi di well-being”.

La maggiorparte degli investimenti in Italia punta alla salute. Sono infatti già diverse le aziende che hanno avviato programmi integrati per ottenere il rimborso delle spese mediche sostenute.

Molte aziende però non hanno una chiara conoscenza di quanto stanno spendendo e della ragione per cui lo stanno facendo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAssegno invalidità, nuove soglie reddito
Articolo successivoBonus luce 2018, sconti in bolletta
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO