Voucher lavoro, referendum 28 maggio

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

La decisione finale in merito alle modifiche da apportare ai voucher lavoro sarà presa il prossimo 28 maggio. In tale data si terranno infatti i referendum promossi dalla Cgil per capire quali dovranno essere le prossime manovre in merito, per evitare che i soliti furbetti abusino di questo utile strumento senza però limitare per questo il corretto utilizzo.

La scorsa settimana si è svolta una riunione a Palazzo Chigi che ha visto l’intervento dei principali esponenti del governo, tra cui ovviamente il premier Paolo Gentiloni e il ministro del lavoro Giuliano Poletti.

E’ stato proprio nel corso di tale riunione, tenutasi martedì scorso, che è stato deciso di introdurre un termine ristretto entro cui ottenere il via libera della commissione Lavoro della Camera al testo.

Referendum, occorre correggere le norme

A proposito del referendum del 28 maggio, Gentiloni ha sottolineato che, prima di arrivare alle votazioni finali, occorre “correggere le norme che saranno oggetto del referendum”.

La fretta nel voler risolvere la situazione è però tanta, infatti poco dopo ai microfoni di Sky tg 24, il ministro Poletti ha dichiarato apertamente che non è da escludere la possibilità che si intervenga nell’immediato con un decreto legge, che però dovrà comunque ottenere l’approvazione postuma della Camera per non cadere in un nulla di fatto.

CONDIVIDI
Articolo precedenteHello! Money, conto corrente gratuito e tanti incentivi
Articolo successivoRottamazione cartelle Equitalia, proroga al 21 aprile
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO