Voluntary Disclosure, pronti per il bis

Per molti la Voluntary Disclosure, ovvero l’autodenuncia dei capitali detenuti illegalmente all’estero, sarebbe stata un vero fallimento ed in pochi credevano nella riuscita dell’operazione al momento del suo lancio. Eppure siamo già pronti a fare il bis. Agli evasori che ancora detengono qualche piccolo capitale non dichiarato al fisco è data infatti l’ultima possibilità per mettersi in regola e dichiarare tutti i propri possedimenti prima di cadere nella rete dei controlli del fisco.

Nelle scorse settimane il sito dell’agenzia delle entrate ha infatti pubblicato sul proprio sito il modulo per la Voluntary Disclosure Bis, che consentirà allo stato di svelare qualche piccolo patrimonio che lo Stato intende mettere al servizio delle misure per la crescita.

Per il momento è stato però pubblicato solo il modulo di adesione, ma per la trasmissione dello stesso si dovrà attendere l’apertura telematica del canale dedicato, che sarà comunicata in via ufficiale dalla stessa agenzia delle entrate.

Coloro che vogliono comunicare comunque le proprie violazioni commesse entro il 30 settembre 2016 potranno comunque farlo, ma avvalendosi del vecchio modello dedicato.

Non appena sarà abilitato il nuovo servizio gli evasori potranno sfruttare i canali Entratel o Fisconline, utilizzando il software ‘Richiesta di accesso alla procedura di collaborazione volontaria’, disponibile gratuitamente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMobilità docenti, Italia al passo di Ue
Articolo successivoSchool Bonus, sindacati in rivolta
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO