Visita fiscale, come richiedere cambio indirizzo

La sede dell' Inps a Pontedera (Pisa). ANSA/STRINGER

La visita fiscale è temuta dalla maggior parte dei lavoratori che si trovano a casa a causa di un congedo per malattia. Spesso si ha paura che al passaggio del medico negli orari previsti non si sia in casa. Se il trasferimento presso un’altra abitazione riguarda l’intera durata del periodo di degenza non si può però vivere con l’ansia. Bisogna quindi capire se è possibile comunicare all’Inps un indirizzo differente da quello di residenza in cui ricevere l’eventuale visita fiscale. Può capitare infatti che un lavoratore abbia bisogno di assistenza continua e decida di trasferirsi in casa di un parente in grado di prendersene cura.

Visita fiscale, come cambiare indirizzo

Con la circolare n. 95/2016 l’Inps ha chiarito che è possibile comunicare un indirizzo diverso dalla propria dimora per la visita fiscale.

Per i lavoratori del settore privato occorre dare repentina comunicazione alla struttura territoriale di competenza. Per i lavoratori pubblici la procedura è ancora più semplice. Basterà infatti darne comunicazione al datore di lavoro. Sarà quest’ultimo ad assolvere al compito di fare presente la variazione all’inps.

Le comunicazioni all’Inps potranno essere effettuate mediante call center al numero 803164. In alternativa si potrà inoltrare fax o raccomandata qualche giorno prima del trasferimento, o anche mail alla sede di competenza territoriale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRei, coperte 1 milione di persone
Articolo successivoQuota 100, attenzione alle penalizzazioni
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO