Tremonti: Per superare la crisi il G20 va ampliato

Il Ministro dell’Economia Tremonti, nel corso di un’intervista televisiva delinea la strategia per uscire dalla crisi evidenziando che non serveaumentare le tasse, ma bisogna cercare di stanare il maggior numero possibile di evasori e contenere la spesa pubblica.

Il Ministro non condivide la posizione della Cgil che aveva chiestol’istituzione di una tassa sulle famiglie con reddito netto di 80 mila euro, la soluzione non è questa, ribadisce il Ministro, ma far pagare gli evasori.

Sula crisi che sta attraversando il Nord Africa e che interessa soprattuttol’Italia visto l’elevato numero di migranti che stano sbarcando sulle coste siciliane, Tremonti propone che una quota dell’Iva sia destinata ad aiutare queste popolazioni in casa loro, l’obiettivo è quello didisincentivare i flussi migratori e dare una speranza di rinascitadell’economia in Paesi dove attualmente regna un grande stato d’incertezza.

Il Ministro afferma ancora che non è possibile parlare della finanza europea o di quella africana o di quella americana come compagini isolati e autosufficientil’economia va letta in un’ottica di ampio respiro dove le crisi e le riprese in una parte del mondo riflettono la loro forza sulle economie di altri Paesi e a tal proposito, secondo Tremonti, “Il mondo cambia e non basta più il G20, mentre il G7 controllava il mondo occidentale in modo completo, il G20 rappresenta l’80% della ricchezza del mondo ma non rappresenta il mondo”.

Le sinergie tra i vari Paesi diventano indispensabili e coinvolgere il maggior numero dei Paesi nel delineare le strategie economiche diviene una scelta obbligata.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO