Tax credit, da domani sui pagamenti elettronici

carta-credito

Scatta domani 1 luglio il tax credit sui pagamenti elettronici. Secondo quanto previsto dal decreto, sarà applicato un credito di imposta pari al 30% dei costi addebitati per i pagamenti effettuati tramite carte di credito, di debito o prepagate, emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione all’anagrafe tributaria. 

La misura entra in vigore in concomitanza con la stretta al contante, che abbassa a 1999,99 euro il tetto massimo di utilizzo del contante per i pagamenti di beni e servizi.

Tax credit, ma si riduce il tetto contante

Il tax credit è una misura prevista per rendere meno esosa per i contribuenti la nuova soglia di utilizzo di contanti, che sarà applicata sempre a partire dal 1 luglio. Si tratta comunque di una misura reputata indispensabile per cercare di contrastare l’evasione fiscale.

Potranno accedere al credito d’imposta, istituito dall’art. 22 del DL 124/2019, gli esercenti attività di impresa, arti e professioni con ricavi o compensi dell’anno precedente non superiori a 400.000 euro. indipendentemente dal regime di contabilità adottato e dalla tipologia giuridica scelta per l’esercizio dell’attività.

Bollettini postali e assegni non saranno invece considerati al pari di pagamenti tracciabili, pertanto per queste modalità di pagamento non sarà previsto alcun incentivo.

Come dicevamo, tale incentivo ammonta al 30% delle spese sostenute per mezzo di pagamenti tracciabili. Tale credito d’imposta è da utilizzare esclusivamente in compensazione, esponendolo nei modelli di pagamento F24, a decorrere dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTassa conto corrente, da pagare entro giugno
Articolo successivoE-commerce, contributi a fondo perduto in aiuto
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO