Tasse, le scadenze di giugno

Dopo un periodo di tregua concesso dal lockdown, da questo mese riprendono a pieno regime tutti i pagamenti tributari ed occorre rispettare le scadenze di giugno.

Le tasse in scadenza a giugno ammontano infatti a ben 29 miliardi, una bella boccata di ossigeno per le casse statali.

Tra le scadenze previste ci sono Irpef; Irescedolare secca sugli affitti.

Scadenze di giugno, nessuna proroga per imu

Nessuna proroga prevista neanche per l’Imu. Come ogni anno la prima rata dell’imposta sugli immobili dovrà essere versata entro il prossimo 16 giugno. Sono previste sempre per il mese in corso anche il versamento dell’Iva a debito tramite F24 e le liquidazioni periodiche Lipe relative al primo trimestre del 2020.

Dal momento che la tregua concessa dal lockdown ha ormai esaurito la propria efficacia, chi non paga nei termini previsti si espone al rischio di sanzioni e pagamento di interessi.

A partire da questo mese infatti dovrebbero riprendere i controlli da parte del fisco e l’invio delle cartelle per gli accertamenti fiscali.

Per quanto concerne invece la dichiarazione dei redditi per dipendenti e pensionati si ha tempo fino a settembre per inoltrare la modulistica prevista. Chiaramente prima si procede con l’inoltro prima arriveranno eventuali rimborsi, laddove previsti, quindi in tal caso conviene non attendere oltre.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDecreto rilancio, bonus per categoria
Articolo successivoPensioni, aumenti in Campania ma non per tutti
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO