Stime positive secondo Istat

pil negativoSecondo le ultime stime diffuse dall’Istat, inerenti la crescita che subirà il nostro Paese nel corso dei prossimi mesi, le prospettive per il futuro non sono affatto negative. Secondo l’ente nazionale di ricerca e statistica infatti il nostro Paese vedrà crescere il proprio Pil dello 0,7% nel corso del corrente anno, con un andamento in costante salita anche nel biennio successivo, in particolare pari all’1,3% nel 2016 e all’1,4% nel 2017.

Il tasso di crescita del Pil per l’anno corrente è stato rivisto al rialzo di 0,2 punti percentuali rispetto al quadro previsivo diffuso a novembre 2014. 

La domanda interna sarà responsabile di una crescita pari a 0,3 punti, mentre quella estera farà salire il prodotto interno lordo per il restante 0,4%.

Istat prevede anche un rilancio degli investimenti, anche grazie ad una facilitazione degli iter burocratici per l’accesso al credito, oltre che grazie ad una ritrovata fiducia legata anche alle riprese di produzione.

Ma Istat lancia stime positive anche per quanto concerne il mercato del lavoro. Si suppone infatti che l’aumento dell’occupazione sarà dello 0,6%, e che tale incremento sarà anche accompagnato da una graduale riduzione del tasso di disoccupazione, che sarà del 12.5% per questo anno, con una tendenza all’ulteriore calo nel corso del biennio successivo, fino a toccare 11,4% nel 2017.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO