Shadowing e data girls, i lavori del futuro per le neolaureate

Shadowing e data girls sono solo alcuni degli innovativi lavori su cui si stanno riversando molte neolaureate, in attesa di risvolti lavorativi migliori.

Recenti ricerche evidenziano inoltre che le differenze di genere nel mondo del lavoro sono ancora insormontabili. Stando a quanto si evince dal Global Gender Gap Report 2018 del World Economic Forum, sui 147 paesi che ne fanno parte, l’Italia è solo al settantesimo posto, con un voto appena sopra la media.

Shadowing e data girls, poche prospettive

Secondo tale ricerca, occorreranno altri 62 ‘giorni della donna’ prima di raggiungere la parità di genere nell’Europa Occidentale e 165 in Nord America

Ancora più netta è la disparità relativa alle retribuzioni. Le donne infatti, considerando solo le retribuzioni orarie full time, secondo recenti dati Ocse, scontano uno svantaggio del 5,6% rispetto agli uomini.

Per cercare di appianare le disparità di genere è però nato il progetto Grow. Si tratta di un progetto nato per promuovere e sostenere l’empowerment delle studentesse, offrendo loro opportunità pari a quelle degli uomini.

Tra le attività di cui si compone troviamo lo shadowing.  Come suggerisce il nome, esso offre alle studentesse la possibilità di fare ‘da ombra’ a un manager o una manager in posizione apicale nel corso di una giornata, seguendolo in tutti i suoi processi decisionali.

Altro punto fondamentale è il data girls, che nasce per aiutare le studentesse a cogliere tutte le opportunità di crescita personale e professionale, offerte dalla gestione dei dati e dal mondo digitale, con l’obiettivo di incrementare la presenza femminile in un settore in fortissima crescita, ma che registra un forte gap tra domanda e offerta.

Una terza parte del progetto Grow è chiamata Fast ed ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo personale e professionale della studentesse. La quarta, denominata Grow Talk, è invece un appuntamento dedicato al corporate advisory board del progetto e ai partner corporate della Scuola.

CONDIVIDI
Articolo precedenteReddito cittadinanza e quota 100, costi Caf
Articolo successivoCaro benzina, nuova salita dei prezzi
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO