Scontrini telematici, come partecipare alla lotteria

Per partecipare alla lotteria occorre conservare le ricevute degli scontrini telematici? E’ il dubbio che attanaglia molti contribuenti che in questi giorni stanno imparando a conoscere la nuova tipologie di ricevute rilasciate dagli esercenti a fronte del pagamento dei propri acquisti.

L’agenzia delle Entrate, nei giorni scorsi, ha dunque cercato di far chiarezza in merito con un comunicato ufficiale.

Scontrini telematici, come funziona la lotteria

Gli esercenti avranno l’obbligo di adeguare i propri registratori di cassa al nuovo metodo di trasmissione telematica entro il 30 giugno 2020.

Proprio in seguito a tale proroga, anche la data di avvio della lotteria è stata dunque posticipata al 1 luglio 2020.

Per poter partecipare all’estrazione è stato introdotto dall’Agenzia delle Entrate, con provvedimento numero 7319122/2019 il codice personale per ogni consumatore di maggiore età. Sarà possibile ottenere il codice cliente tramite il nuovo “portale della lotteria” che sarà istituito entro il termine di entrata in vigore della lotteria, quindi, entro il 1° luglio 2020. Tale codice dovrà essere presentato alla cassa al momento dell’acquisto.

Per il momento dunque la lotteria non è ancora attiva, non è possibile nè richiedere il codice nè di conseguenza partecipare. E’ inutile pertanto conservare le ricevute degli scontrini, per le attività già abilitate al rilascio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCarburanti, prezzi in forte crescita
Articolo successivoMutui prima casa, stop al pignoramento nel 2020
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO