Scontrini digitali, cosa cambia a luglio

Da luglio saranno introdotti gli scontrini digitali, una vera e propria rivoluzione per il mondo dei commercianti. Gli esercenti infatti saranno costretti a sostituire il vecchio registratore di cassa con uno strumento in grado di collegarsi direttamente ai server dell’Agenzia delle Entrate.

A luglio saranno obbligati all’adeguamento solo le aziende che dichiarano un fatturato oltre i 400 mila euro. Per tutti gli altri invece l’obbligo di adeguamento scatterà a partire dal prossimo anno.

Scontrini digitali, cosa cambia per i consumatori

Per i consumatori non cambierà assolutamente nulla. Continueranno infatti a ricevere uno scontrino o una piccola ricevuta cartacea per permettere loro di verificare quantità e prezzi dei prodotti acquistati.

I commercianti saranno invece obbligati ad adeguarsi alle nuove normative con l’acquisto di registratori telematici o server telematici dal costo di circa 800 euro. In realtà potranno anche continuare ad utilizzare i vecchi registratori adeguandoli semplicemente a funzionare con il software dell’agenzia delle entrate. Alla fine della giornata lavorativa l’esercente dovrà inviare tutti gli incassi della giornata al Fisco, che li certificherà.

Per venire incontro ai costi da sostenere il Fisco ha previsto una serie di agevolazioni. in particolare è previsto un credito d’imposta del 50% della spesa per l’acquisto dei nuovi strumenti (comunque non si potranno ricevere più di 250 euro) e di 50 euro per chi sceglie di “rimodernare” i vecchi dispositivi.

CONDIVIDI
Articolo precedentePensione reversibilità, se ne ha diritto in presenza di pensione vecchiaia?
Articolo successivoComprare casa, dove conviene
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO