Sciopero generale Cgil, Cisl e Ul contro manovra Monti

Probabili modifiche su Pensioni
La manovra varata dal governo guidato da Mario Monti è chiamato alla prova del Parlamento. La finanziaria da 25 miliardi può essere sottoposta a modifiche o è ‘difficilmente emendabile’, così come dicono le ultime voci provenienti da Palazzo Montecitorio? Di certo si tenterà almeno di limare il fardello relativo a Imu (ex Ici) e pensioni, ma appare scontata la decisione di porre la fiducia.

Sul tavolo delle trattative anche i ventilati tagli ai costi della politica che potrebbe adeguarsi alla media del vecchio continente . ‘Attenzione’ dichiara Rosi Bindi a La Stampa ‘perché se dovessimo adeguarci alla media europea, per effetto dei compensi ai collaboratori che in Europa sono più alti, noi costeremmo di più…Bisogna imboccare una strada obiettiva, come è già stato indicato in un ordine del giorno che abbiamo approvato: bisogna attribuire al parlamentare una indennità dignitosa, magari accompagnata da una diaria che consenta di vivere a Roma e sollevarlo dal costo dei servizi: segreterie, collaboratori e tutto il resto dovrebbe essere a carico delle istituzioni. In maniera sobria e trasparente‘

‘In queste ore’ si legge sul sito ufficiale della Cgil ‘piazze italiane e davanti alle Prefetture si stanno svolgendo manifestazioni e presidi in concomitanza alle tre ore di astensione dal lavoro. Lo sciopero è stato confermato ieri sera dai sindacati, al termine dell’incontro con il Premier, perchè, come ha spiegato il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso il governo ha difeso la sua impostazione sulla manovra e ha cercato di argomentare, senza convincerci, che sarebbe stata una manovra equilibrata. Per questo abbiamo confermato lo sciopero’.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO