Salasso da 70 miliardi, i suggerimenti europei per arginare debito

Un salasso da 70 miliardi di euro sembrerebbe essere l’unica soluzione proposta dalla Commissione europea per riuscire ad arginare il dilagante debito pubblico. Aumentare le entrate e contenere le uscite è chiaramente la sola possibilità in mano all’Italia per risanare la situazione attuale.

Tra le soluzioni proposte dalla commissione europea, dovrebbero comparire una patrimoniale sugli immobili, definita riforma del catasto, un aumento delle aliquote Iva agevolate e lo stop definitivo al pensionamento di anzianità con quota 100. Senza tralasciare la reintroduzione degli adeguamenti automatici dell’età pensionabile all’aspettativa di vita sospesi dalla legge di Bilancio 2020 per evitare che da quest’anno salisse a 67 anni.

Salasso da 70 miliardi, unica soluzione possibile

Si tratta dunque di annullare tutto l’operato degli ultimi anni di quanti hanno cercato di venire incontro alle difficoltà dei cittadini. Tra le riforme sugli immobili è perfino spuntata la possibilità di reintrodurre l’Imu sulla prima casa e di ritoccare al rialzo le aliquote. Aliquote che ricordiamo già da quest’anno potrebbero aumentare, per via della scorsa legge di bilancio che non ha confermato il loro congelamento.

Basti pensare che già la manovra sull’Imu sulla prima casa porterebbe ben 4 miliardi nelle casse dello Stato.

I due vicepremier non concordano affatto però con l’orientamento europeo. Stando alle loro dichiarazioni “Aumentare le tasse in Italia in questo momento è l’ultima cosa che una persona intelligente e normodotata farebbe”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLavoro, ecco le lauree meglio spendibili
Articolo successivoTassi invariati, almeno fino al prossimo anno
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO