Rottamazione tasse locali, senza pagare sanzioni

Nuova rottamazione tasse locali in arrivo che permetterà di mettersi in regola con il fisco senza pagare sanzioni. Per coloro che non sono riusciti a sfruttare la rottamazione conclusasi qualche settimana fa ci potrebbe infatti ancora essere una piccola finestra temporale per quanto concerne le tasse locali. Alcuni comuni hanno infatti deciso di estendere la rottamazione per quanto concerne le tasse locali quali Tari, Imu e Tasi o multe.

Rottamazione tasse locali, a discrezione del comune

Per conoscere se il proprio paese aderisce all’estensione della finestra temporale occorre rivolgersi direttamente al comune di appartenenza. Ogni comune infatti ha una gestione autonoma per quanto concerne i tributi locali. Qualche minuto di tempo perso potrebbe però garantire risparmi dell’ordine di centinaia di euro. Vale dunque la pena informarsi e verificare se il proprio paese ha optato per l’estensione della rottamazione.

Come rende noto Aduc, l’associazione dei consumatori, le ingiunzioni fiscali notificate negli anni dal 2000 al 2017 rimaste impagate potranno forse essere rottamate, se così deciderà il Comune o altro ente locale (o Provincia, Regione) che l’ha emesse, direttamente o tramite società collegate.

Grazie al decreto crescita i comuni hanno tempo fino a giugno per decidere se concedere o meno una rottamazione delle cartelle non ancora riscosse. In questo caso si potranno saldare i debiti senza dover pagare sanzioni.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLavoro, si ricercano esperti in discipline tecniche
Articolo successivoBonus 80 euro, finanzierà la flat tax
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO