Risparmiometro, anagrafe conto corrente

Parte il risparmiometro, ovvero la nuova serie di controlli sull’anagrafe dei conti corrente. Da molti è considerato come il grande fratello fiscale. Si tratta in sostanza di una superanagrafe che tiene traccia di tutte le movimentazioni che avvengono sul conto corrente degli italiani.

Si tratta di un’operazione già richiesta nel 2012 ai tempi del governo Monti ed ora pronta a diventare operativa. Alla fine del mese scorso infatti il garante della privacy ha acconsentito all’analisi dei dati anche per l’utenza privata da parte di agenzia delle entrate e Guardia di Finanza.

Risparmiometro, solo per profili a rischio

I controlli saranno però rivolti solo a coloro che hanno un profilo a rischio elevato, ovvero che hanno avuto ingenti flussi di denaro ingiustificati.

Lo strumento non fa altro che confrontare il saldo del conto corrente da un anno all’altro, alla ricerca delle incongruenze tra quanto appunto risparmiato e depositato e quanto denunciato nella dichiarazione dei redditi. Nel caso in cui vengano riscontrate anomalie scatteranno i controlli. Il software rivelerà e segnalerà il profilo nel caso in cui la discrepanza tra spesa e guadagno sia superiore al 20%.

In questo caso parte la verifica per capire se i soldi guadagnati sono frutto di attività in nero, o comunque non dichiarate all’erario. Il secondo passo prevede la contestazione e infine, se le risposte non saranno convincenti, si potrà arrivare alla sanzione.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRisparmiare, possibili con poche semplici mosse
Articolo successivoDomande mutui, discesa libera nonostante i tassi
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO