Renzi, bisogna cambiare le garanzie sul lavoro

Matteo-RenziRenzi è sembrato alquanto soddisfatto degli ultimi dati emersi che testimoniano come non sia l’Italia ad essere in crisi ma l’intera economia dell’eurozona a marciare con il freno tirato ed afferma che al momento è assolutamente indispensabile cambiare le garanzie sul lavoro per poter rilanciare il progresso.

Solo in questo modo, secondo Renzi, l’Italia potrebbe avere la possibilità di trascinare la ripresa dell’intera Europa. Lo ha affermato nel corso  di una maratona tenuta nel Mezzogiorno d’Italia, proprio in quei luoghi che rischiano la «desertificazione industriale e umana».

Renzi torna a promettere nascondendosi dietro al decreto Sblocca-Italia, la chiave del rilancio, e ai fondi europei. In merito alla riforma del lavoro ribadisce «Cambieremo le garanzie, non le elimineremo».

Più che parlare di quanto occorra all’Italia per uscire dalla crisi Renzi si sofferma sulle sconfitte degli altri stati, in particolare della Germania che ha registrato un calo nel Pil pari a quello italiano, puntando il dito contro coloro che appaiono ormai rassegnati del fatto che la situazione in Italia non cambierà mai.

Renzi sembra invece certo che le prossime riforme faranno emergere l’Italia e permetteranno alle altre nazioni che fino ad oggi hanno sbeffeggiato la nostra economia di rendersi conto delle possibilità effettive che il nostro Paese nasconde, dimostrando anche la capacità di agevolare anche gli altri membri ad emergere dalla crisi economica che attanaglia un po’ l’intera eurozona.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO