Regime forfettario, perdita di requisiti 2019

Nuovi chiarimenti inerenti la perdita di requisiti di accesso al regime forfettario nel 2019 per i possessori di partita IVa. L’Inps ha a tal proposito pubblicato una nota che evidenzia cosa succede nel caso di perdita di requisiti per l’accesso al regime forfettario.

Il chiarimento interessa anche le tempistiche da rispettare perchè il ripristino del regime forfettario possa avvenire nel corso dell’anno e non a partire dal 1 gennaio dell’anno successivo.

Regime forfettario, ecco gli esclusi

L’uscita dal regime forfettario per i possessori di partita Iva può avvenire in due casi. O per la perdita dei requisiti che ne regolano l’accesso o per decisione dello stesso interessato. In entrambi i casi il regime ordinario è ripristinato, secondo quanto si apprende da una delle ultime circolari INPS, a partire dal 1 gennaio dell’anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione di perdita di requisiti o alla richiesta di uscita.

Il termine ultimo entro cui presentare la domanda eventuale è stata però spostata dal 31 dicembre al 28 febbraio. La modifica dei termini è resa necessaria da alcuni problemi che avevano evidenziato i possessori di partita iva. Risulta infatti impossibile poter conoscere al 31 dicembre l’eventuale perdita di requisiti per poter confermare l’adesione al regime agevolato o meno per l’anno successivo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteReddito cittadinanza, inclusi anche gli stranieri
Articolo successivoQuota 100, in pensione a 59 anni
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO