Reddito di inclusione, coperture insufficienti

In Italia i poveri sono eccessivi e non ci sono le coperture per poter mettere a punto un piano tanto ambizioso come quello del reddito di inclusione. Con le risorse attuali il beneficio potrebbe arrivare solo ad un povero su 3. Per poter realizzare un piano equo servirebbero almeno altri 6 miliardi di euro.

Il problema sono, ancora una volta, le pensioni. Secondo le stime assorbirebbero infatti il 10% delle risorse, sebbene la maggior parte non arrivi a 1000 euro.

Reddito di inclusione, mancano 6 miliardi

Con quanto a disposizione potranno essere coperti solo il 29% dei poveri, che ammontano a ben 5 milioni. Inoltre il rapporto inps  conta ben 5 milioni e 548mila pensionati sotto i mille euro al mese. Le pensioni sono purtroppo mal ripartire se si considera che il 25% della spesa totale in tale ambito interessa appena il 10% di pensionati.

Nel 2017 il buco di bilancio delle casse pubbliche ha toccato quota 7 miliardi. Il rapporto sottolinea però che “il legislatore è intervenuto nell’ultima legge di bilancio prevedendo che il debito maturato dall’Inps nei confronti dello Stato fino al 2015 fosse compensato con i crediti vantati nei confronti dello stesso, e che la differenza risultante sia considerata come trasferimento definitivo”.

Difficile prevedere come evolverà la situazione e se effettivamente si riusciranno a reperire i fondi necessari a mettere a punto il nuovo piano del governo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRimborsi irpef 730, quando arriveranno
Articolo successivoSciopero treni, indetto per sabato 21 luglio
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO