Reddito cittadinanza e quota 100, costi Caf

La presentazione delle domande di reddito di cittadinanza o adesione a quota 100 ha i suoi costi per gli utenti. Qualora infatti sia necessario rivolgersi ad un centro di assistenza fiscale, potrebbe essere necessario sostenere dei piccoli costi per la preparazione della modulistica necessaria.

E’ bene evidenziare però che esistono delle convenzioni stipulate tra Inps e Centri di assistenza. Grazie a tali convenzioni molti moduli più comuni vengono emessi gratuitamente per il cittadino. Ne sono un esempio i moduli relativi alle trasmissioni reddituali. Lo sono anche i moduli finalizzati alla dichiarazione delle responsabilità per la verifica dei requisiti per l’erogazione di una determinata misura.

Costi Caf, gratuite alcune richieste

Sicuramente tutte le misure volte a favorire i cittadini che vivono in situazioni di povertà partono dalla verifica delle condizioni Isee. Sbrigare tali pratiche non comporta costi di alcun genere.

Sono altrettanto gratuiti anche i modelli Red, nonchè le domande per la richiesta degli assegni familiari e per alcune agevolazioni fiscali.

Per quanto concerne le domande relative al reddito di cittadinanza va però ricordato che il Caf non è il solo canale utile per presentare le richieste. E’ possibile farlo anche per via telematica tramite l’apposito sito o rivolgendosi direttamente all’ ufficio postale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRiscatto laurea, quando conviene
Articolo successivoShadowing e data girls, i lavori del futuro per le neolaureate
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO