Reddito di cittadinanza, la grande incognita del Fmi

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Il fondo monetario internazionale sembra pronto a vagliare la possibilità di un reddito di cittadinanza che possa essere in grado di favorire la crescita economica.

Sebbene la ripresa economica dell’Europa sia ormai tangibile e la maggior parte degli addetti ai lavori, tra cui lo stesso presidente del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, si dicano assolutamente fiduciosi, i rischi sono ancora in agguato. La stessa Lagarde ha infatti evidenziato, nel corso di un suo recente intervento a Bruxelles, della necessità che i legislatori prendano delle posizioni ben definite per spingere la crescita affinchè sia più inclusiva.

Lo scopo deve essere quello di rendere la crescita economica più forte, duratura e resiliente e soprattutto in grado di coinvolgere il maggior numero di persone possibili.

Reddito di cittadinanza, la grande incognita

Per la prima volta Lagrade ha fatto intendere l’interesse da parte del fondo monetario internazionale nei confronti del reddito di cittadinanza a del reddito minimo. Lo stesso presidente ha però ammesso di non aver formulato ipotesi a riguardo e di non avere idea di come fare in modo che tali possibilità di crescita siano messi in atto.

Lagrade ha a tal proposito affermato che “la riflessione è in corso”. Nel frattempo, ha rivelato, “stiamo facendo pressioni su molti Paesi perché aumentino i salari minimi“.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteModello 730, qualche novità
Articolo successivoReddito di inclusione, grande aiuto per gli indigenti
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO