Reddito di cittadinanza, caos in molte regioni

Il reddito di cittadinanza sta già causando i primi problemi di accesso ed in molte regioni ha generato un vero e proprio caos. Il problema principale risiederebbe nel mancato accordo con i Caf. Sembra infatti che, nonostante i moduli siano già pronti, non sia stato firmato alcun accordo per convalidare l’incarico. Sebbene il sito dell’Inps abbia annunciato la disponibilità dei moduli già alla fine della settimana scorsa, sul sito del Governo non si aveva alcuna notizia in merito.

Reddito di cittadinanza, caos Caf

Per presentare le domande di accesso al beneficio, ci si può rivolgere oltre che ai mezzi telematici, anche alle poste o ai Caf. Purtroppo però la convenzione con questi ultimi non è ancora stata firmata. Di conseguenza i Caf ancora non sono abilitati ad accogliere le domande. Motivo principale per cui in molte regioni ed in particolare in Lombardia si sta generando un vero e proprio caos.

In Lombardia infatti sono circa 650 mila i possibili utenti che presenteranno domanda. Sono inoltre 70 i Caf che potenzialmente sono abilitati ad accogliere le richieste.

Si teme quindi che gli uffici postali, essendo al momento l’unico centro fisico di raccolta, saranno presi d’assalto nei prossimi giorni. Imprevedibili dunque i possibili disagi che saranno risentiti soprattutto nei centri più grandi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFerie non godute, come riscattarle
Articolo successivoModuli richiesta reddito di cittadinanza, finalmente online
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO