Record licenziamenti, sindacati insorgono

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Negli ultimi tempi il record di licenziamenti registrati ha fatto insinuare il sospetto che qualcuno stia abusando della nuova norma sui licenziamenti per giusta causa, approfittando della situazione per tirare acqua al proprio mulino.

Immediatamente i sindacati hanno puntato il dito contro le norme del Jobs Act ed in particolare contro le revisioni dell’articolo 18. L’Inps non è però d’accordo con tali supposizioni e lo stesso presidente Tito Boeri si è espresso nei confronti di tale situazione, facendo notare come il picco di licenziamenti sia in realtà coinciso con l’avvio delle dimissioni online.

Secondo Boeri, considerata la procedura semplificata, molti lavoratori avrebbero concordato il licenziamento con il proprio capo.

Licenziamenti, si tratta di una forzatura

La Cgia di Mestre è insorta contro le supposizioni di Boeri, facendo notare che si tratta in realtà di una “forzatura con un secondo fine: incassare un sussidio che può costare anche 20mila euro alle casse dell’Istituto previdenziale.”

Appare piuttosto strano infatti che qualcuno, considerata l’incertezza offerta dal mondo del lavoro, possa effettivamente licenziarsi in cerca di un posto migliore.

Il boom più eclatante è stato registrato in Veneto, dove i licenziamenti per giusta causa sono aumentati del 26,5%, contro il +3.5% registrato nelle interruzioni di rapporti di lavoro generali.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCondizionatori, come utilizzarli al meglio
Articolo successivoBollo auto, arriva il prelievo forzoso per chi non paga
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO