Quota 99, quota 100 evolve grazie a un bonus

Non più quota 100, ora quota 99 grazie ad un bonus. A presentare la proposta è stata , nei giorni scorsi, Francesca Puglisi, sottosegretaria al ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Quota 99 consentirebbe di andare in pensione a 64 anni di età e 38 anni di contributi, ai quali si aggiungono il bonus mamma, vale a dire un anno di contributi in più per ogni figlio e una pensione di garanzia per i giovani.

Quota 99, un anno di sconto per ogni figlio

La proposta, che sarà discussa proprio nella giornata odierna, pensa anche ai giovani. Per questi prevede infatti una pensione di garanzia fino a 750 euro al mese, a integrazione dei contributi versati, a patto che abbiano almeno 20 anni di contributi alle spalle.

Quota 99 prevede la possibilità di ritirarsi a 64 anni e 35 anni di contributi senza penalizzazioni sul calcolo pensione. Coloro che abbiano eventuali quote di versamenti valorizzabili con il retributivo li manterrebbero.

In più è prevista anche una quota mamma, per agevolare le madri che hanno una carriera discontinua ed avrebbero maggiori difficoltà a raggiungere il requisito contributivo richiesto.

In particolare sarebbe abbuonato un anno di contributi per ogni figlio avuto nel corso della propria vita, senza limiti di numero.

Non resta dunque che attendere l’incontro con i sindacati previsto per oggi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDigitale terrestre, pronti al nuovo switch off entro 2022
Articolo successivoBonus Irpef, coinvolgerà 16 milioni di lavoratori
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO