Quota 100, attesa più lunga del previsto

L’attesa, per il decreto che renderà effettiva la possibilità di uscire in anticipo dal lavoro sfruttando la Quota 100, potrebbe essere più lunga del previsto. L’ultima legge di bilancio ha consentito un piccolo passo in avanti, definendo i fondi che saranno stanziati per la manovra. L’iter burocratico è però solo agli arbori. L’approvazione della manovra è attesa per le prossime settimane ed i fondi da destinare sono per il momento pari a 6,7 miliardi di euro.

Quota 100 consentirà, a coloro che lo sceglieranno, di uscire dal lavoro al compimento di 62 anni, a fronte di almeno 38 anni di contributi alle spalle.

Quota 100, ancora lunga attesa

Marcello Pacifico, presidente ANIEF, ha evidenziato che attorno a questa manovra i tempi si stanno protraendo più a lungo del previsto. Ricordando inoltre che in Europa si continua ad andare in pensione “a 63 anni e con il massimo dei contributi”.

Intanto il vicepremier Luigi Di Maio ha espresso il suo impegno nel cercare di approvare il decreto pensioni entro Natale, o al massimo subito dopo. Salvini però non sembra essere dello stesso parere. Di recente ha infatti pubblicamente espresso le proprie perplessità circa difficoltà e rischi legati all’esodo di molti lavoratori. Le scuole e gli ospedali sarebbero gli ambiti in cui c’è un maggior rischio di uscita massiva di personale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIci Chiesa, l’Ue obbliga l’Italia alla riscossione
Articolo successivoWeb Tax, approvazione non scontata
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO