Postepay e Bancoposta, nuovo metodo antitruffa

Poste Italiane rende più sicuri due dei suoi prodotti di pagamento più usati, postepay e bancoposta, mettendo a punto un nuovo metodo antitruffa.

Si tratta del fingerprint, ovvero il riconoscimento dell’impronta digitale per i clienti che si apprestano ad effettuare pagamenti tramite l’app del proprio cellulare.

Purtroppo infatti negli ultimi tempi si sono diffuse molte truffe online che mirano ad adescare proprio ignari clienti dei servizi postali, sfruttando la sempre più vasta clientela acquisita dal gruppo poste.

Paga con Postepay, sicuro con il nuovo metodo antitruffa

Grazie al nuovo metodo antitruffa, che prevede l’utilizzo del riconoscimento mediante fingerprinting, il pagamento mediante il servizio “paga con postepay” sarà reso ancora più immediato e sicuro.

Con l’impronta digitale si eviterà l’inserimento dei propri dati sensibili per ogni pagamento che si effettua. in questo modo ci si espone meno alla possibilità che i cyber criminali possano carpire dati sensibili.

La novità non riguarda esclusivamente i pagamenti con Postepay, sebbene questo metodo sia il preferito per i pagamenti online. Il riconoscimento fingerprint è infatti stato introdotto anche per il servizio BancoPosta.

Purtroppo, nonostante i metodi di sicurezza adottati, si è ancora molto lontani dal poter definire sconfitte le truffe online. Purtroppo si tratta di un fenomeno all’ordine del giorno. Inoltre i criminali del web continuano quotidianamente a mettere a punto nuove escamotage per poter aggirare i sistemi di sicurezza.

CONDIVIDI
Articolo precedentePrescrizione contributi, come evitare problemi
Articolo successivoBonus assunzioni, per under 35 resteranno fino al 2020
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO