Pagamenti a rate in aumento

Broken-PiggyGli italiani si affidano sempre più ai pagamenti a rate. Lo dimostra l’ultimo rapporto Eurispes 2015 che dipinge un ritratto sofferente della nostra Italia.

Senza troppi giri di parole Eurispes afferma che sono fisco e burocrazia la grande rovina dell’Italia, dal momento che stanno distruggendo un paese che ha già fortissime difficoltà a sopravvivere senza che il fisco metta la sua parte.

L’unica soluzione che gli italiani riescono a trovare per sopravvivere all’insostenibile peso del fisco è quella di cercare di vivere alla giornata tagliando tutte le spese considerate superflue.

Le spese importanti si pagano invece a rate. Un terzo (33,3%) degli italiani ha chiesto un prestito in banca negli ultimi tre anni e quasi un quarto (il 23,3%) lo ha fatto per pagare cure mediche. E sono anche aumentate le rateizzazioni per sostenerle (46,7%, con un aumento del 24,3%). Eurispes conferma che la prolungata crisi economica impone di tagliare praticamente su tutto e modificando i modelli di acquisto. Non solo i beni di consumo, rivolgendosi sempre più spesso a punti vendita economici e riducendo le compere, ma anche, appunto, delle spese per la salute, tagliate del 32,3%.

Dunque gli italiani sono costretti a rinunciare perfino alla salute per riuscire a far fronte all’ esorbitante pagamento di tributi che il fisco nazionale impone.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO