Navigator, pronti alle selezioni

Sebbene manchi ancora il bando ufficiale, in tanti sono già i candidati pronti ad essere reclutati al ruolo di navigator. Una figura che si ritiene indispensabile per guidare i possibili utenti che nei prossimi mesi dovranno presentare domanda di accesso al reddito di cittadinanza.

Intanto però è già pronto il bando per scegliere la società che predisporrà i test a risposta multipla con 100 quesiti su materie che vanno dalla logica all’informatica alla regolamentazione del mercato del lavoro.

Navigator, requisiti richiesti

La prova selettiva sarà predisposta per 60 mila candidati, quindi circa dieci volte i posti disponibili. Tra i requisiti di accesso ci sarà il possesso di diploma di laurea magistrale e voto alto. Per il momento non si conoscono però i corsi di laurea ammessi. Con molta probabilità compariranno Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche, Statistica e Scienze della formazione mentre si discute ancora su Filosofia e Sociologia. Al momento non è prevista una prova orale, visto che nel bando per la procedura di selezione non si parla di colloqui.

La prova orale allungherebbe infatti di troppo tempo le tempistiche di selezione, tempi incompatibili con l’accesso al reddito di cittadinanza. La guida infatti sarà necessaria soprattutto nei primi tempi di erogazione. Urge quindi avere personale qualificato e preparato.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCertificazione unica 2019, arriva la circolare dell’Agenzia delle entrate
Articolo successivoAssegni familiari, a chi spettano
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO