Misure antipovertà, esistono ma non si conoscono

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Misure antipovertà? Ne esistono almeno 60 diverse forme nel nostro Paese ma in pochi conoscono la loro esistenza e vi fanno domanda di accesso. Lo stesso governo, parlando dell’ultima misura lanciata, il reddito di inclusione, l’ha definita come la prima misura volta a contratsare la povertà. Stiamo parlando di misure straordinarie che potrebbero, se ben diffuse e recepite dalla popolazione, rivoluzionare la vita di 4,5 milioni di cittadini che vivono in assoluta indigenza. Il Rei vale fino a 500 euro al mese per quasi 500 mila famiglie.

Misure antipovertà, iter burocratici lunghi e tortuosi

Le misure antipovertà esistono e di diverso tipo ma restano quasi tutte inutilizzate. Nonostante i poveri non manchino gli iter burocratici lunghi e tortuosi spesso scoraggiano gli aventi diritto. In altri casi i benefici non sono sponsorizzati a dovere e in molti ignorano totalmente la loro esistenza.

Banner Maggio 2017 300 x 250

Basti pensare alle richieste che pervengono per quanto concerne i fondi per la Social Card, i contributi per luce e gas e da ultimo, lo stanziamento per l’Ape Social.

Sicuramente i benefici destinati ai minori non sono incentivanti verso la procreazione, ma nel momento in cui si decide di fare un figlio perchè non usufruire delle misure presenti? Grazie ai bonus,  i neo genitori potrebbero ricevere (a seconda delle proprie condizioni economiche) il bonus di 800 euro alla nascita, il bonus bebè (per ora di 80 euro al mese per tre anni, dal 2019 di 40), il bonus asilo nido (1.000 euro all’anno per 3 anni), il voucher baby sitter, l’assegno familiare, l’assegno per il terzo figlio, le detrazioni Irpef da 950 euro per figlio e la garanzia del Fondo per la famiglia, qualora volessero accendere un mutuo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRiscatto e ricongiunzione dei contributi previdenziali, entro il 2019
Articolo successivoBonus famiglia, come ottenere gli sgravi fiscali

Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato,
negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO