Lockdown, occupati in calo

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Istat il lockdown avrebbe causato un repentino calo degli occupati. In particolare, stando alle informazioni in possesso dall’ente di ricerca nazionale, il numero di occupati sarebbe calato di ben 400 mila unità.

A maggio inoltre cala la fiducia delle imprese, che segna un minimo storico con 51.1 punti. Anche il clima di fiducia dei consumatori sembra aver risentito parecchio del periodo di chiusura, toccando il livello più basso registrato dal 2013 ad oggi.

Lockdown, si sentono i primi effetti

Stando alle parole di Roberto Monducci, responsabile Istat, si stima che “in media d’anno l’impatto del lockdown sia di quasi 2 punti di valore aggiunto e di 2,2 punti di occupazione, per poco meno di 400 mila occupati. La limitazione delle attività produttive fino a tutto aprile determinerebbe su base annua una riduzione dei consumi del 4,1%, del valore aggiunto dell’1,9%, con un’impatto sull’occupazione in base d’anno di circa 385 mila occupati”.

Inoltre la ricerca ha analizzato anche i lavori a più alto rischio di contrarre il virus, evidenziando come sarebbero principalmente le donne ad occupare posti considerati a maggior rischio, con un 28% di presenza, contro gli uomini che invece risultano coprire il 12% dei settori a rischio medio-alto.

L’indagine chiaramente non ha potuto evidenziare la situazione ad aprile, in seguito alla piena emergenza sanitaria, a causa della sospensione delle attività di indagine dovuta proprio al lockdown.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBollette, tagli fino al 18% estesi a tutti
Articolo successivoEasyjet, taglio posti in arrivo
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO