Legge Fornero, intoccabile per il bene dell’Italia

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Molti propongono di eliminarla, tanti altri vogliono riformarla. Eppure la legge Fornero è assolutamente intoccabile. Ne va di mezzo il bene dell’Italia. Modifiche alla riforma pensioni causerebbero infatti una spesa di circa 100 miliardi di euro, assolutamente insostenibile per l’economia italiana. E’ quanto sostenuto dal vicedirettore della Banca d’Italia davanti all’unico organo parlamentare attualmente in funzione nella nuova legislatura, la commissione speciale chiamata a rappresentare l’organo politico in assenza di un governo.

Legge Fornero, sostiene il debito pubblico

L’attuale debito pubblico è talmente grave da rendere assolutamente intoccabile l’attuale sistema previdenziale. Le modifiche apportate dalla Legge Fornero hanno reso in grossa misura sostenibili le spese del comparto previdenziale. Una eventuale modifica potrebbe portare un disastro economico di dimensioni mai viste.

Bisogna infatti non sottovalutare l’invecchiamento della popolazione e il numero di anni di pensioni da sostenere per ciascun soggetto a fronte di una forza lavoro insufficiente.

Inoltre l’ultima indagine condotta dall’Istat ha evidenziato dati a dir poco allarmanti. L’ente nazionale di ricerca ha infatti evidenziato che stiamo assistendo ad un rallentamento della crescita economica nazionale. Giorgio Alleva, presidente istat, ha dichiarato che “Nei primi mesi del 2018 l’indice composito del clima di fiducia delle imprese ha evidenziato un peggioramento, influenzato soprattutto dai giudizi negativi delle imprese del commercio“.

CONDIVIDI
Articolo precedentePrevidenza complementare, ecco perchè è indispensabile
Articolo successivoBonus baby-sitter, ecco come funziona
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO