Lavoro, grandi difficoltà anche nel 2014

poletti_primo_piano--400x300Le parole rilasciate nel corso di un intervista da parte del ministro  Giuliano Poletti non fanno sicuramente ben sperare in migliori condizioni di lavoro raggiungibili entro la fine dell’anno in corso. Il ministro ha infatti dichiarato che questo anno non porterà grandi cambiamenti all’attuale sistema lavorativo italiano, ancora troppo provato dall’esorbitante tassazione e da stipendi troppo eterogenei che, nella maggior parte dei casi, non permettono di confrontarsi con l’attuale costo della vita.

Sebbene il ministro abbia assicurato la ferma intenzione di spingere al massimo il piano di recupero per riuscire ad affrontare e superare la crisi nel più breve tempo possibile, non ci sono dubbi che la carenza di lavoro continuerà a farsi sentire, come inevitabile strascico della crisi economica che ancora oggi sta attraversando il nostro Paese, ancora per molto tempo.

Intanto, mentre il governo guidato da Matteo Renzi, continua a lavorare senza sosta per cercare di definire al meglio il modo più equilibrato con cui applicare detrazioni e riduzioni Irpef, è confermata l’assenza di bonus in busta paga per i lavoratori dipendenti, diversamente da quanto era stato proposto in un primo momento.

Per il momento sembra invece essere confermato l’aumento di 80 euro in busta paga grazie all’intervento sull’ Irpef proposto da Renzi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO