Lavoro, 469 mila tecnici introvabili

Per il mondo del lavoro è caccia aperta ai tecnici, che sembrerebbero una figura ormai introvabile. Secondo il bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, entro il 2022 serviranno 469 mila tecnici formati.

Secondo la ricerca mancano le figure chiave del settore industriale. In particolare risultano introvabili gli specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche (54,8% dei casi) come pure i tecnici in campo ingegneristico (59,8%) e quelli del ramo telematico e delle telecomunicazioni (55,8%).

Lavoro, titoli di studio irreperibili

Le aziende hanno quindi maggiore difficoltà a reperire candidati in possesso di lauree ad indirizzo ingegneristico (48% entrate di difficile reperimento) o diplomi a indirizzo elettronico ed elettrotecnico (47%).

Progettazione, ricerca e sviluppo sembrerebbero le aree al momento più carenti di personale formato e qualificato, in grado di gestire opportunamente le richieste lavorative aziendali.

Secondo i dati raccolti, ci sarebbero oltre 1100 opportunità lavorative scoperte. I profili richiesti sarebbero principalmente quelli di ingegneri e profili tecnici e digitali. Sembra infatti essere molto ampia anche la richiesta di copertura nell’ambito dell’ICT. Al momento le regioni più in crisi per via della mancanza di personale qualificato sarebbero il Nord-Est e la Toscana. In queste aree sarebbero state riscontrate maggiori difficoltà a reperire nuove figure professionali qualificate da inserire nell’organico delle nuove realtà aziendali.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLavoratori stagionali, un bene irreperibile
Articolo successivoContributi per i disoccupati, nuova proposta Fornero
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO