Jointly – Il welfare condiviso, nuova partnership sfida il welfare

Jointly – Il welfare condiviso ha avviato una nuova partnership con il network di cooperative sociali italiane Cgm– Consorzio Gino Mattarelli. Lo scopo di tale collaborazione è a dir poco ambizioso. I due fronti intendono infatti avviare una collaborazione finalizzata a  favorire il passaggio dal welfare aziendale a quello di comunità indirizzando meglio l’offerta e massimizzando l’efficacia degli interventi.

Francesca Rizzi, ceo di Jointly, ha ribadito l’importanza di tale collaborazione nel corso di un suo intervento avvenuto in occasione della prima giornata di lavori della XIII Convention di CGM. Tale convegno, dal titolo “Tutta un’altra impresa – Sociale, creativa e sostenibile” si è svolto l’1 e il 2 febbraio scorsi a Milano.

Welfare condiviso, i propositi di Jointly

Il ceo Jointly ha infatti affermato «La partnership con il Consorzio è per noi fondamentale; al fine di sviluppare un welfare aziendale indirizzato ai bisogni delle persone è necessario declinare sui territori un’impostazione di welfare condivisa a livello centrale». Ribadendo inoltre alcuni aspetti da non sottovalutare “Jointly non può fare a meno di chi in quei territori opera e conosce di cosa c’è bisogno: è per questo motivo che per noi le imprese sociali del mondo Cgm non sono meri fornitori, ma diventano assieme a noi protagonisti nel localizzare l’analisi dei bisogni, la progettazione e l’erogazione dei servizi”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBollette, perchè scegliere l’addebito in conto corrente
Articolo successivoRei, primo passo verso rinnovamento welfare
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO