Istat, reddito famiglie in crescita

Il reddito famiglie, secondo gli ultimi dati raccolti da Istat, risulta essere in notevole crescita.

In particolare l’incremento registrato si è attestato a quota 1.7%, raggiungendo i massimi storici a partire dal 2011. All’epoca era stato infatti pari al 2,5% sull’anno precedente. ll potere d’acquisto sale dello 0,6%, mentre la propensione al risparmio è scesa dall’8,5% al 7,8% (più bassa dal 2012). Sembra dunque che le famiglie non siano più propense al risparmio come un tempo e che non siano più abituate ad accantonare quanto guadagnato. Lo dimostra anche il fatto che l’incremento reddituale sia stato accompagnato da un incremento dei consumi medi.

Reddito famiglie, pronti ad investire

Concentrandosi sull’ultimo trimestre dell’anno, le tabelle Istat mostrano un +0,6% del reddito delle famiglie, mentre i consumi sono cresciuti dello 0,5%. Si evidenzia quindi una crescita costante di entrambi gli aspetti. Sull’ultimo trimestre inoltre l’incremento del risparmio evidenziato è dello 0,1%. Concentrandosi invece sulle aziende si evince una maggior propensione agli investimenti. In particolare la quota di profitto rilevata dall’Istituto nazionale di statistica risulta pari al 41,5%, in calo di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. Il tasso di investimento, pari al 22,0%, è invece aumentato di 0,8 punti percentuali. Difficile pronosticare quali saranno le variazioni a lungo termine e quali benefici ne ricaverà il sistema economico nel corso dell’anno.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAgevolazioni bollo auto, come richiederle
Articolo successivoApe social e reddito di inclusione, misure compatibili?
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO