Imu e Tasi, quasi 22 miliardi di gettito

Secondo gli ultimi dati Istat, nel 2018 Imu e Tasi avrebbero portato quasi 22 miliardi di gettito. Per l’esattezza si parla di  21 miliardi e 983 milioni, secondo le dichiarazioni di Gian Paolo Oneto, a capo della direzione centrale per la contabilità nazionale all’Istat. 

I dati in questione sono stati resi noti nel corso dell’ultima audizione tenutasi presso la commissione Finanze alla Camera.

Imu e Tasi, la prima ha il peso maggiore

Dei circa 22 miliardi di gettito dichiarati, oltre 19 sono attribuibili al pagamento dell’imu, risultata in lieve calo. La Tasi, rimasta invece pressoché stabile, ha portato “solo”  1 miliardo e 100 milioni.

Negli ultimi tempi inoltre è stata notata una svalutazione del mercato immobiliare. Secondo i dati raccolti nel primo trimestre di quest’anno il prezzo degli immobili è diminuito del 17,2% a causa della svalutazione delle case con una perdita di valore del 23,7%.

Ad avere un certo peso è sicuramente l’invecchiamento della popolazione, nonchè la lentissima ripresa economica. Quasi il 50% delle famiglie più povere è in affitto. In totale le famiglie che non abitano in una casa di proprietà sono di poco al di sotto del 20%.

I casi più drammatici sono concentrati al meridione d’Italia, dove la percentuale di famiglie in condizioni di povertà assoluta è pari al 22.3%.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTassi prestiti, stabili o in ulteriore calo fino al 2020
Articolo successivoLavoratori stagionali, un bene irreperibile
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO