Imu-Tasi, le scadenze del 16 giugno

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Ormai mancano solo due giorni al fatidico giorno della scadenza Imu-Tasi. Per i pochi che ancora non lo sapessero, il termine ultimo entro cui poter versare l’acconto di giugno e mettersi in regola con il fisco, è fissato proprio per il prossimo 6 giugno.

La scadenza Imu-tasi riguarda ben 18 milioni di contribuenti, ma lascia fuori coloro che detengono solo la prima casa.

Fanno eccezione le case di lusso, per le quali si dovrà pagare l’imposta anche se si tratta di abitazioni principali.

Per le abitazioni per cui le imposte vanno pagate occorrerà fare riferimento alle aliquote comunicate da parte di ciascun comune. Indipendentemente dal comune di appartenenza, la regola vuole che la somma di Imu e Tasi non possa superare l’11,4 per mille per ciascun immobile.

Acconto Imu-Tasi, sarà pari al 50%

Con l’acconto in scadenza il 16 giugno dovrà essere versata un’imposta pari al 50% rispetto al totale dovuto. Ogni utente dovrà provvedere al calcolo in modo autonomo, partendo dalla rendita catastale che bisogna rivalutare del 5% e poi moltiplicare per il coefficiente relativo alla propria tipologia di immobile. In particolare, per le abitazioni il coefficiente è 160, per gli uffici 80, per i negozi 55.

Al pagamento sono chiamati tutti i proprietari e coloro che detengono diritti reali di godimento.

CONDIVIDI
Articolo precedenteReddito di inclusione, governo approva
Articolo successivoCondizionatori, come utilizzarli al meglio
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO