Immigrati imprenditori

NEWS_122204Mentre le aziende italiane continuano a chiudere stroncate dal peso fiscale, sono sempre più numerosi ghli immigrati che arrivano nel nostro Paese con l’idea di diventare imprenditori, riuscendo molto spesso con successo nell’impresa. Secondo una recente indagine condotta da Il sole 24 ore, ammontano a ben 335 mila le imprese costituite nel 2014 da immigrati.

A primeggiare nella classifica dei manager più attivi nel nostro Paese sono i marocchini, seguiti strettamente dai cinesi. . Lo rivela l’indagine trimestrale condotta da Unioncamere-InfoCamere sui dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio

Secondo tali dati si evidenzia una crescita pari a 23 mila aziende in più, fondate da persone extracomunitarie, a partire dal 2013 a oggi.  In particolare ammontano a ben 64 mila gli imprenditori Marocchini, che sono fortemente impegnati soprattutto nelle attività commerciali. A seguirli subito dopo ci sono i cinesi che al contrario hanno colonizzato un po’ tutti gli ambiti economici, espandendosi con aziende manifatturiere, negozi di parrucchieri e attività di servizio alla persona.

Molto attivi risultano anche gli imprenditori egiziani, che sono particolarmente graditi nel settore delle ristorazioni, mentre gli albanesi in quello delle costruzioni edili.

Sembra dunque che ormai la produttività nazionale sia in mano agli immigrati che ormai rappresentano l’unica forma di impresa nel nostro territorio.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO