Formazione permanente per agenti e mediatori creditizi

Se ne sta parlando gia` da qualche tempo delle novita` nel settore della mediazione creditizia che coinvolgono in prima persona i professionisti che operano in questo settore.

La riforma prevede che sia i mediatori che gli agenti in attivita` finanziaria seguano un iter obbligato, ovvero scegliere se costituirsi in Societa` (mediatori) o lavorare in monomandato (agente) per un’ unica Azienda creditizia in grado di erogare tutti i prodotti finanziari presenti oggi sul mercato.

Fra le novita` di cui si e` parlato in questi giorni, spicca la formazione permanente che dovra` riguardare non solo gli operatori del settore, ma anche agenti assicurativi ed immobiliari.

Oggi si cambia, infatti in Italia tutte le iscrizioni sono state sospese in attesa delle decisioni definitive da parte dell’ Organismo competente per la tenuta dei due Albi; si prevedono requisiti piu` ” duri ” per i mediatori e per gli agenti, come il superamento di esami periodici per continuare ad esercitare la professione, cosa che fa gia` l’Isvap, che impone 60 ore di formazione e l’ aggiornamento annuale con esami finali per essere iscritti alla sezione E del Registro Unico degli Intermediari Assicurativi.

Maggiore formazione dunque e requisiti piu` elevati per chi vorra` continuare od iniziare la professione nel settore del credito, perche` si rende giusto e necessario tutelare gli utenti che accedono alle varie tipologie di finanziamento, nel momento in cui si rivolgono agli addetti ai lavori.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO