Fatture elettroniche, termine al 18 febbraio per liquidazioni mensili

E’ fissato al prossimo 18 febbraio il termine ultimo per le liquidazioni mensili relative alle fatture elettroniche.

Le operazioni effettuate nel mese di gennaio dovranno dunque essere registrate entro il prossimo lunedì. Termine che peraltro coincide con la scadenza della liquidazione iva. Tale data rappresenta un po’ il primo vero banco di prova per la fatturazione elettronica e potrà essere una delle occasioni per valutare la riuscità della sua introduzione nel nostro Paese, poco avvezzo agli strumenti tecnologici.

Liquidazioni mensili, scadenza al 18 febbraio

Ad esser messi alla prova non saranno soltanto i titolari di partita IVA. Questi infatti hanno sfruttato la moratoria in materia di sanzioni e termine di emissione delle fatture elettroniche stabilita dal Decreto Legge fiscale n. 119/2018. In questo caso sarà coinvolto anche il SdI, chiamato ad accogliere una mole considerevole di dati.

Il rischio maggiore è che ci siano appunto blocchi e rallentamenti dovuti alla grossa mole di dati da smistare. In questi giorni però sono arrivate già le prime smentite da parte dell’Agenzia delle entrate che ha cercato di tranquillizzare i contribuenti.

L’esito effettivo si potrà però conoscere soltanto con l’arrivo della scadenza per l’emissione delle fatture di gennaio, ovvero con la liquidazione IVA da effettuare entro il 18 febbraio 2019 per i contribuenti mensili.

CONDIVIDI
Articolo precedentePil in calo, arriva la tassa patrimoniale
Articolo successivoIstat, crollo della produzione industriale
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO