Energia, orientarsi nel mercato libero

Il mercato libero dell’energia è ancora un mondo difficile in cui la maggioranza degli utenti italiani stenta ad orientarsi. E’ quanto emerge dall’indagine intitolata “Ritratto del consumatore di energia elettrica”. I dati sono infatti staiùti presentati da Elettricità Futura, l’associazione delle imprese elettriche italiane, e il Master SAFE nel corso della scorsa settimana.

Sono tanti gli utenti a ritenere di non avere le conoscenze opportune per riuscire ad orientarsi in maniera ottimale nella vasta offerta energetica del mercato libero. Un consumatore su due non ha idea di cosa voglia dire il termine “libero mercato”.

Mercato libero, sconosciuto agli utenti

La mancata conoscenza di questo mondo blocca la migrazione degli utenti. Il 36% di coloro che hanno preso parte all’intervista dichiara infatti di aver paura del passaggio. Solo il 40% conosce inoltre bene i dati relativi alle varie voci contenute in bolletta. Anche tra gli utenti più informati molti però ammettono di non ricordare la propria spesa annua. Altro dato disarmante che ermerge dall’inchiesta, l’alta percentuale di utenti che non ha idea di quanto possa costare un kilowattora di energia.

Il problema principale è che non si tratta di gente poco istruita. L’ignoranza in materia energetica dilaga indipendentemente dal livello di istruzione dell’intervistato.

CONDIVIDI
Articolo precedenteReddito minimo universale, alternativa a reddito di cittadinanza
Articolo successivoTassa di successione, in cosa consiste
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO