eBay, utili in crescita posti in calo

eBay, ovvero uno dei mercati virtuali più noti ed utilizzati di sempre ha annunciato che a breve sarà costretto a sfoltire la ricca schiera di lavoratori a sua disposizione. “Come tutti, è il periodo” penseranno in molti. Invece no, perchè i dati relativi alle vendite dimostrano che tale manovra di taglio del personale è assolutamente non necessaria.

In particolare eBay ha annunciato di voler ridurre la propria forza lavoro del 7%, pari 2400 teste in meno.

La società ha anche indicato di voler considerare la cessione o il collocamento in Borsa della divisione. Le due azioni preludono allo scorporo della grande e redditizia attività nei pagamenti online e mobili PayPal, annunciata lo scorso settembre.

Eppure gli ultimi dati relativi alle vendite mostrano una crescita. Infatti il trimestre appena concluso si è chiuso con un utile netto di 1,11 miliardi di dollari, pari a 90 cent per azione, rispetto agli 1,06 miliardi dello stesso periodo di un anno prima. Il giro d’affari è cresciuto del 9% a 4,92 miliardi.

In realtà ebay si attende una crescita poco inferiore rispetto alle stime nel corso del prossimo trimestre, ma comunque non tanto insignificante da giustificare una così vasta riduzione della forza lavorativa.

Il colosso ha raggiunto anche un accordo con l’azionista critico Carl Icahn, concedendogli un posto in consiglio di amministrazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO