Crollo produzione industriale, Di Maio ottimista

In merito al crollo produzione industriale registrato dall’Istat nell’ultimo anno, il vicepremier Di Maio si dichiara ottimista. In particolare, secondo i dati raccolti dall’ente di ricerca nazionale, a novembre si sarebbe contratta del 2,6 per cento in un solo anno. Di Maio, nonostante questi dati negativi, si dice ottimista, ipotizzando una futura imminente ripresa. Arriva perfino a parlare di boom economico possibile.

Va evidenziato che effettivamente nei primi undici mesi dell’anno appena concluso, la produzione industriale è comunque cresciuta dell’1,2 per cento rispetto al precedente anno.

Crollo produzione industriale, boom economico imminente

Nonostante i dati dell’Istat, Di Maio continua a sostenere la crescita del Paese. Arriva perfino a parlare di “nuovo boom economico, come negli anni ’60, a partire dalle autostrade digitali”.

Secondo i dati raccolti è il mercato delle auto quello che risulta aver avuto la contrazione maggiore. Nella media degli 11 mesi 2018, la produzione è diminuita del 5,1%.

Va evidenziato però che il crollo non è un fenomeno verificatosi solo in Italia, ma anche in altri Paesi. Il dato italiano è solo l’ultimo dopo quelli altrettanto negativi di Germania e Francia, tanto da lasciare presagire una possibile recessione in tutta Europa.

Di Maio però parla di possibile ripresa imminente per il nostro Paese. Facendo un paragone con gli anni 60 afferma che “negli anni ’60 avemmo le autostrade, ora dobbiamo lavorare alla creazione delle autostrade digitali”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus energia, novità soglie e requisiti
Articolo successivoRiscaldamento, a scuola di risparmio
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO