Contributi per i disoccupati, nuova proposta Fornero

Contributi per i disoccupati, è questo in sostanza il contenuto della nuova proposta firmata Fornero. Secondo la Fornero infatti lo Stato dovrebbe intervenire per garantire un assegno previdenziale dignitoso anche a coloro che allo stato attuale faticano a trovare un’occupazione.

Basterebbe versare dei contributi previdenziali anche nel periodo di disoccupazione. Secondo l’ultimo report della CGIL, chi oggi ha difficoltà a trovare un lavoro, oppure ha un impiego non pagato a sufficienza, andrà in pensione in età avanzata (dopo i 70 anni) e con un assegno al limite della sopravvivenza.

Contributi per i disoccupati, assegno dignitoso

La proposta della Fornero vorrebbe in qualche modo porre rimedio ad un danno in qualche modo attribuibile proprio alla sua riforma. Infatti proprio a causa di questa, l’età pensionabile è stata legata all’aumento delle aspettative di vita, disponendo l’aggiornamento dei requisiti per andare in pensione ogni due anni.

Secondo la Fornero la tassazione potrebbe permettere di reperire i fondi per i disoccupati. “Ricorrendo al Fisco sui redditi, così che coloro che sono più ricchi paghino di più”.

Una soluzione potrebbe essere quella di coprire i contributi non versati nel periodi di disoccupazione. Tale periodo sarebbe a carico dello Stato, a patto che il disoccupato dimostri di essere alla ricerca attiva del lavoro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLavoro, 469 mila tecnici introvabili
Articolo successivoBookyourprice, la start-up del risparmio
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO