Bonus condizionatori, ecco i requisiti

Il bonus condizionatori è un beneficio che spetta anche in assenza di ristrutturazioni di immobili. Il condizionatore d’aria in pompa di calore, utile anche a generare calore durante l’inverno, da infatti diritto ad una detrazione sul reddito o a uno sconto immediato pari al 50%.

Le detrazioni applicate variano a seconda della tipologia di impianto e a seconda che la sostituzione sia o meno affiancata alla ristrutturazione edile.

Bonus condizionatori, a quanto ammonta

Il bonus è pari al 50% per condizionatori a pompa di calore, anche a non alta efficienza  ma risparmio energetico, con una riduzione iva al 10%, nel caso di contestuali ristrutturazioni.

Lo sconto o detrazione sale al 65% per i condizionatori ad alta efficienza che sostituiscano il vecchio impianto di riscaldamento. Il massimo detraibile in tal caso, in assenza di ristrutturazioni, ammonta a 46154 euro.

A queste detrazioni si sommano poi gli eventuali sconti ecobonus previsti anche per il 2019, per migliorare l’efficienza energetica del proprio immobile.

Col decreto crescita ricordiamo infine che dal 1 luglio quelle  che un tempo erano erogate sottoforma di detrazioni potranno ora essere erogati come sconti immediati. In questo modo l’acquirente non dovrà sostenere una spesa di un certo valore e attendere la dichiarazione dei redditi per avere un ritorno.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteRimborso spese mediche, tassato in busta paga
Articolo successivoLegge 104 scuola, nuova guida esaustiva
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO