Bollo auto, stangata noleggi a lungo termine

Arriva la stangata sul bollo auto per i noleggi a lungo termine. Presto sarà infatti introdotto un nuovo sistema di pagamento che potrebbe far ricadere la spesa, attualmente a carico della società di noleggio, direttamente sull’utenza.

La novità riguarderebbe noleggi a lungo termine di durata almeno pari, o superiore, a 12 mesi. Le nuove normative potrebbero infatti imporre di dover pagare in proprio il bollo, in base al costo stabilito dalla Regione di residenza.

Noleggi a lungo termine, ecco le novità

Secondo il decreto fiscale approvato sul finire del 2019, potrebbero cambiare le regole di pagamento del bollo auto. Mentre fino ad oggi il costo del bollo auto era automaticamente incluso nel contratto di noleggio, adesso potrebbe essere richiesto il contributo diretto dell’utenza a seconda della regione di residenza.

Pronta la reazione da parte di Aniasa, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, che ha evidenziato che «Così aumenterebbero la burocrazia e i costi per chi usa l’auto aziendale (150mila clienti tra aziende, privati e Pubblica amministrazione), che produrrà minori introiti per l’erario, con il rischio concreto di una forte crescita dell’evasione della tassa automobilistica e di un boom di contenziosi connessi al mancato o non corretto pagamento del bollo».

CONDIVIDI
Articolo precedenteModello 730 eredi, cosa cambia
Articolo successivoIstat, fiducia consumatori in salita
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO