Bollo auto, da oggi pagabile solo con PagoPa

Con il 2020 il classico bollettino Rav per il pagamento del bollo auto va in pensione, sostituito dal più innovativo metodo telematico PagoPa.

Da questo anno dunque per pagare la tassa di possesso sul proprio veicolo occorrerà necessariamente passare dalla piattaforma dei pagamenti alla pubblica amministrazione realizzata da Agid (Agenzia per l’Italia Digitale).

PagoPa, cosa cambia nel pagamento del bollo auto

PagoPa è un circuito alla quale aderiscono i prestatori di servizi di pagamento in favore dei contribuenti, i privati quindi non devono accedere personalmente alla piattaforma. Per i privati di conseguenza non cambierà molto, perchè potranno continuare a pagare il bollo auto con i canali tradizionali, rivolgendosi a poste, tabaccai, ecc…

La finanziaria 2019 ha però previsto anche nuovi strumenti per continuare a contrastare l’evasione fiscale. Sarà possibile infatti incrociare le banche dati di Aci e Pra (Pubblico Registro Automobilistico) per stanare chi non ha effettuato il pagamento del bollo auto. L’obiettivo è proprio andare a scovare con maggiore facilità chi non salda il suo debito inerente alla tassa automobilistica e stanare le auto fantasma.

Invariati invece i termini di pagamento che continuano a seguire le tempistiche tradizionali, ovvero entro l’ultimo giorno del mese successivo alla data di scadenza del bollo auto.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato libero energia, come orientarsi al meglio
Articolo successivoPensionati poveri, è un fake secondo Istat
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO