Bilancio, flat tax e reddito cittadinanza possibili

Flat Tax e reddito cittadinanza potrebbero essere compatibili con l’attuale bilancio. Secondo il ministro Tria ci sarebbero dunque i presupposti economici per poter attuare entrambi i piani di governo.

Da una nota diffusa nel corso della scorsa settimana in merito alla possibilità di sviluppare tali piani, si apprende che si “confermano la compatibilità tra gli obiettivi di bilancio già illustrati in Parlamento e l’avvio delle riforme contenute nel programma di governo in tema di flat tax e reddito di cittadinanza”.

Flat tax e reddito cittadinanza, risorse possibili

Flat tax e reddito cittadinanza sono dunque due vie possibili ma a quali costi? Servirebbe una manovra di bilancio di circa 20 miliardi da attuare entro il 2019. L’alternativa sarebbe quella di incrementare ulteriormente l’Iva, con tutte le conseguenze del caso.

Ci sono troppi dubbi al proposito. Sicuramente si tratta di un piano molto ambizioso che arriverà in modo graduale. Non si può sicuramente pretendere di avere tutto e subito.

Intanto a settembre dovrebbe arrivare anche la cosiddetta “pace fiscale” con lo stralcio di alcune cartelle equitalia, sostenuta anche  dalla revisione di detrazioni e deduzioni fiscali. Questo potrebbe comportare ulteriori coperture per l’ambizioso piano di governo, che comunque almeno in parte dovrà puntare sull’aumento del disavanzo, così come fatto dai governi precedenti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus merito, risorse anche per i precari
Articolo successivoReddito di cittadinanza, proposta di legge sul tavolo
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO