Auto elettriche, tra risparmio, autonomia ed inquinamento

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Continua il dibattito sulle auto elettriche, tra fronti che le vedono come il futuro dell’industria automobilistica e schieramenti che invece sostengono che siano poco economiche e che a fronte della spesa da sostenere i benefici siano insufficienti o totalmente assenti.
Sono in tanti gli automobilisti che si chiedono quanto convenga comprare le auto elettriche e soprattutto quali siano gli aspetti che dovrebbero spingerci a preferirle a quelle a Diesel o benzina.

Il primo quesito da porsi riguarda sicuramente l’autonomia e la presenza nella propria zona di un numero rilevante di colonnine di ricarica. Al momento molti costruttori garantiscono più di 300 km con una ricarica completa, ma nella maggior parte d’Italia le colonnine sono ancora carenti.

Auto elettriche, pro e contro

Banner Maggio 2017 300 x 250

Mentre altri Paesi europei stanno investendo perchè il futuro delle auto elettriche diventi presente, in Italia come sempre mancano le risorse. Nonostante questo, l’avanzata dei privati potrebbe comunque consentire dei progressi anche nel nostro Paese.

Nonostante la lentezza delle istituzioni pubbliche italiane nel recepire le novità di questo settore, è stato infatti istituito il consorzio IONITY.

Si tratta di un consorzio formato da case produttrici automobilistiche principalmente tedesche, che vuole arrivare ad aprire ben 400 stazioni di ricarica su tutto il territorio europeo entro il 2020.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRicercatori precari, manovra sblocca assunzioni
Articolo successivoMutuo a tasso variabile con Cap, ecco come funziona
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO