Aumenti Iva e crescita zero, come eliminarle

Come fare ad eliminare il rischio di aumenti iva e crescita zero? Confcommercio nei giorni scorsi ha provato a fornire una risposta agli italiani, suggerendo qualche valida alternativa da prendere in considerazione. Secondo  Carlo Sangalli, presidente Confcommercio, non si può pensare ad una riforma fiscale se prima non si elimina definitivamente il fantasma dell’aumento iva.

Se adesso l’economia è giunta ad una fase stagnante, un prossimo aumento dell’Iva potrebbe rovinare quel flebile equilibrio e far degenerare la situazione attuale in una crisi profonda.

Aumenti iva, previsioni catastrofiche

Secondo Confcommercio l’aumento dell’ iva adesso o in futuro comporterebbe una grave ripercussione sulla produttività e sulla crescita nazionale. Secondo i pronostici  sul Pil genererebbe una contrazione di 0,4-0,5 punti che porterebbe, nel 2020, a una crescita pari a zero.

Intanto Di Maio ha tranquillizzato tutti scongiurando un incremento iva previsto per il prossimo futuro. Egli ha infatti affermato nel corso dell’assemblea di Confcommercio “L’anno scorso sono venuto qui a dirvi che l’Iva non sarebbe aumentata a dicembre e allo stesso modo sono qui a dirvi che l’Iva non deve aumentare e non aumenterà neanche nella legge di bilancio”.

Se si vuole rilanciare la fiducia di famiglie e imprese il blocco dell’iva risulta dunque l’unica strada percorribile.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCard reddito di cittadinanza, non aiuta gli over 50
Articolo successivoImu 2019, pagamento entro il 17 giugno
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO